Skip to content

Corso osteopatia e patologie temporomandibolari

scopri il corso per professionisti del settore di osteopatia e patologie temporomandibolari

Indice

corso osteopatia e patologie temporomandibolari

sab08ott(ott 8)09:00dom09(ott 9)17:30Corso HVLAColonna e articolazioni periferiche

sab26nov(nov 26)09:00dom27(nov 27)17:30Corso HVLAColonna e articolazioni periferiche

1. Introduzione

Nel corso Terapia manuale e tecniche miotensive verranno affrontate osteopatia e patologie temporomandibolari.

 

L’osteopatia può rivestire un ruolo molto importante nella cura delle patologie temporomandibolari.

Il professionista che ha seguito ad esempio uno specifico corso di massoterapia, può contribuire, infatti, insieme ad altri specialisti, a risolvere molti dei problemi legati a situazioni di anomalie nel funzionamento delle articolazioni temporomandibolari.

2. Cosa sono le articolazioni temporomandibolari

Le articolazioni temporomandibolari (ATM) sono situate su ciascun lato della mascella e uniscono mandibola all’osso temporale. In numero di due, si trovano su ciascun lato del viso, proprio davanti alle orecchie.

Queste articolazioni sono molto complesse: mentre si muovono, devono aprirsi, chiudersi, scorrere in avanti, da un lato all’altro e tutto in modo sincronizzato.

Un menisco separa la mandibola e l’osso del cranio impedendo l’attrito tra queste due superfici durante i movimenti della mascella e assorbendo l’enorme pressione generata durante la masticazione.

Quando tutti i componenti dell’ATM lavorano in armonia, si può masticare, parlare, sbadigliare senza problemi. Se c’è una mancanza di coordinazione tra le due articolazioni, il menisco può essere spostarsi o danneggiarsi impedendo il normale e armonioso funzionamento.

La gestione delle patologie disfunzionali dell’articolazione temporomandibolare si basa su una precisa diagnosi e su una strategia terapeutica multidisciplinare che include il chirurgo maxillo-facciale, il dentista, l’ortodontista e l’osteopata il cui ruolo può essere risolutivo.

3. Le cause delle patologie temporomandibolari

Per consentire l’apertura della bocca e il corretto funzionamento della mascella, l’ATM destra e sinistra devono lavorare contemporaneamente. Se il movimento di queste due articolazioni non è coordinato, il disco che separa la mascella inferiore dal cranio può muoversi e causare problemi. La lussazione dell’ATM può verificarsi se l’apertura della bocca viene eseguita troppo rapidamente o è forzata eccessivamente.

Inoltre, la tensione muscolare e il dolore intorno alle mascelle si verificano spesso a causa del lavoro eccessivo dei muscoli derivante dal serramento o dal digrignamento dei denti ( bruxismo ) causato da tensioni psicologiche.

Anche masticare una gomma in modo eccessivo o mordere con forza può affaticare l’ATM e causare dolore.

I disturbi dell’ATM possono comparire anche per motivi riscontrati meno frequentemente, ad esempio:

  • infortuni sportivi;
  • lesioni risultanti da un incidente automobilistico;
  • artrite;
  • alcune caratteristiche facciali congenite che causano disallineamento;
  • disturbi dentali, tra cui un’otturazione troppo alta, una deviazione dentale o lo spostamento di un dente dovuto alla precedente perdita di un altro dente;
  • ipermobilità (allentamento della mascella) derivante dall’allungamento dei legamenti che tengono insieme l’articolazione.

4. Sintomi e complicazioni delle patologie temporomandibolari

I sintomi comuni dei disturbi dell’ATM sono:

  • un clic o una sensazione di sfregamento quando si apre la bocca o durante la masticazione;
  • dolore lancinante nella parte anteriore dell’orecchio;
  • mal di testa che non rispondono alle consuete cure mediche;
  • blocco della mascella che ne rende difficile l’apertura;
  • dolore esacerbato applicando pressione sull’ATM quando la bocca è aperta.

Il dolore appare spesso solo su un lato del viso e talvolta può verificarsi vicino all’articolazione piuttosto che all’interno di essa. Il dolore e le contrazioni possono comparire al risveglio o durante e dopo un periodo di stress

5. I trattamenti appropriati: il ruolo dell'osteopata

Nella maggior parte dei casi in cui il soggetto è stato colpito da disturbi della mascella a seguito di un intervento odontoiatrico, il dentista risolverà il problema correggendo la cattiva occlusione.

Nel caso in cui il soggetto con una disfunzione della mandibola presenti una dentatura in buone condizioni, la causa del suo problema va rintracciata probabilmente in un problema meccanico che l’osteopata può trattare in uno o più interventi.

In questo contesto, l’osteopata diagnosticherà con grande attenzione:

  • la condizione e la mobilità delle articolazioni temporomandibolari e
  • la funzione o iperfunzione dei muscoli masticatori;
  • la mobilità delle vertebre cervicali;
  • la meccanica della deglutizione;
  • le tensioni muscolari e fasciali.

Quando tutti questi punti vengono diagnosticati, viene attuato un trattamento manuale, volto a ripristinare un equilibrio funzionale ottimale a livello articolare, tissutale e cranico.

Ripristinare una mobilità soddisfacente molto spesso ridurrà o eliminerà il dolore riscontrato a livello mandibolare. Durante il trattamento possono talvolta essere utilizzate tecniche intraorali (con adeguate apparecchiature igieniche) in aggiunta al trattamento osteopatico classico.

Tuttavia, in particolare nel caso di disturbi dell’occlusione dentale o patologie associate, possono essere necessarie cure multidisciplinari in associazione con un dentista, un ortodontista, uno stomatologo, un fisioterapista o anche un logopedista.

6. L'osteopata per ripristinare l'equilibrio

La mandibola è fondamentale per mantenere l’equilibrio posturale, in quanto è direttamente collegata alla colonna vertebrale, attraverso strutture legamentose o muscolari.

Questo è il motivo per cui sempre più ortodontisti consigliano un follow-up osteopatico in caso di apparecchio ortodontico. Infatti, l’installazione di un dispositivo provoca una trazione sulla mascella con conseguenze per tutte le strutture ad essa collegate, rischiando di sconvolgerne l’equilibrio.

Il minimo squilibrio posturale può causare disturbi dell’ATM. Il ruolo dell’osteopata sarà, quindi, quello di stabilire i collegamenti tra le diverse cause organiche o funzionali che possono portare a una frattura della mascella e trattarle in modo efficace.

7. Come l'osteopata tratta le patologie temporomandibolari

Bisogna tener presente che le contratture muscolari a livello di articolazioni temporomandibolari non sono assolutamente rare. L’osteopata opportunamente formato da corsi specializzati, potrà lavorare sui muscoli masseteri e temporali che consentono di stringere i denti durante la masticazione.

L’osteopata lavorerà anche sui muscoli pterigoidei (responsabili dei movimenti laterali), la lingua e i muscoli del collo che si adattano alla mascella, esercitando tecniche di stretching, supporto riscaldante e tecniche neuro-muscolari per normalizzare le tensioni.

Lo specialista dovrà occuparsi anche dell’articolazione della mandibola, con tecniche di rilassamento e compressione che interesseranno anche i tessuti circostanti, e del disco articolare.

8. Trattamenti osteopatici per ogni problema di ATM

L’osteopata allevia i vari dolori legati alle articolazioni temporomandibolari mediante tecniche di compressione, stretching e riscaldamento.

8.1. Bruxismo o digrignamento dei denti

Lo stress o il sovraccarico psico-emotivo possono essere la causa di disturbi legati alla mascella che si manifestano con la comparsa di un fenomeno involontario noto come bruxismo.

Il bruxismo o il digrignamento dei denti si verifica di solito durante la notte durante il sonno. Può alterare la condizioni dei denti e causare disfunzioni nei muscoli del viso, del collo, delle spalle che sono direttamente collegati alla mascella.

Per alleviare e far scomparire il bruxismo, l’osteopata lavorerà questi muscoli in modo da alleviare, rilassare e rilasciare le tensioni presenti in essi. Tratterà anche le tensioni che si sono accumulate altrove in altre parti del corpo.

8.2. Ortodonzia e occlusioni dentali

Per oclusione dentale si intende la chiusura perfetta tra le arcate dei denti. Quando un’occlusione non è normale, si parla di malocclusione.

Le malocclusioni possono causare problemi come allentamento dei denti, disfunzione dell’ATM, mal di testa, emicrania o dolore posturale.

Ortodonzia e osteopatia consentono di lavorare in parallelo sui problemi di occlusione dentale. Intervenendo contemporaneamente o prima dell’inizio del trattamento ortodontico, l’osteopatia prepara tutto il corpo al riequilibrio. Un lavoro in tal senso viene svolto in particolare per la bocca e la lingua che risentono direttamente della presenza di un dispositivo odontoiatrico.

8.3. Dolore muscolare e posturale

La mascella è coinvolta nel sistema posturale del corpo: partecipa praticamente al mantenimento della postura del corpo. Una disfunzione o un’eccessiva mobilizzazione della mandibola possono quindi avere ripercussioni nel resto del corpo: mal di schiena, torcicollo, vertigini, reflusso acido.

Queste ripercussioni sono dovute a un semplice meccanismo del corpo: l’adattamento. Il corpo ha la capacità di regolare e adattarsi quando incontra una disfunzione. Ciò porta a una modifica della postura che mobiliterà altre strutture del corpo per consentire loro di gestire l’adattamento. Questa compensazione provoca una reazione a catena che crea altre sollecitazioni nel resto del corpo.

Le disfunzioni possono avere ripercussioni anche su tutti i muscoli, tendini, nervi e articolazioni. Ad esempio, l’ipertonia della mascella può portare a tensione nel collo o nelle spalle provocando affaticamento muscolare e dolore al collo, alle spalle o al braccio.

Utilizzando tecniche appropriate, l’osteopata cercherà di allentare la tensione nella mascella, permettendo al corpo di equilibrarsi e migliorando la sintomatologia dolorosa e ripristinando l’equilibrio di tutto il corpo.

9. Fisiotop ti offre il corso giusto per diventare specialista delle patologie temporomandibolari

L’osteopata è una medicina di prima linea che agisce su tutto il corpo nella sua interezza. La complessità della mascella rende l’osteopata il terapeuta d’elezione che può definire la causa dei disturbi e lavorare con le sue mani per bilanciare le tensioni del corpo responsabili del dolore.

Fisiotop ti offre la possibilità di perfezionare le tue tecniche di manipolazione per affrontare e risolvere i problemi relative alle patologie temporomandibolari.

Contattaci per seguire il Corso di terapia manuale e tecniche miotensive MTMT arricchisci la tua professionalità e diventa uno specialista del trattamento delle patologie delle ATM.

Corso singolo MTMT

450
450
  • Singolo corso

Promo 3 corsi

1400
1150
  • HVLA
  • PA
  • MTMT
più scelto

Modalità di pagamento

Per prenotazioni e informazioni veloci contatta direttamente i nostri centri.

Pacchetto 3 corsi

HVLA + PA + MTMT

Corso HVLA

Colonna e articolazioni periferiche

Corso PA

Postural Analysis Test

Corso MTMT

Manuale e tecniche Miotensive

Compila il form se hai bisogno di informazioni, ti ricontatteremo 

X